Quattro tappe da non mancare in Riviera di Levante

Quattro tappe in Riviera di Levante

Veduta di Portofino (Riviera di Levante)

La Riviera di Levante è stata definita un “arcobaleno fra un mare verde e un mare blu”, uno slogan poetico che potrebbe sembrare esagerato, eppure chi ha avuto la fortuna di visitarla sa bene che si tratta di una descrizione davvero calzante!

L’unicità della Riviera di Levante è infatti data dalla convivenza ravvicinata fra il paesaggio di costa (il mare blu) e quello di montagna (il mare verde). Proprio questo contrasto fa sì che i monti salgano quasi direttamente dal mare provocando un susseguirsi di panorami che lasciano senza fiato.

Sulla costa si sono formati durante i secoli tanti bellissimi borghi, qui ne suggerisco solo 4 a mio avviso imperdibili, uno per ogni zona in cui può essere suddivisa la Riviera di Levante (Golfo dei Poeti, Riviera Spezzina, Golfo del Tigullio, Golfo Paradiso).

Portovenere: “Dove ogni ora prossima è antica”

Ci sono poche cose caratteristiche della Riviera di Levante come la Chiesa di San Pietro di Portovenere, arroccata su un promontorio che coincide con l’estremità occidentale del Golfo dei Poeti. La chiesa si staglia sul panorama costiero adagiandosi sulla rupe in modo quasi naturale, dando l’impressione di un tutt’uno con la pietra che la sostiene.

La cittadina è altrettanto affascinante: un borgo murato sovrastato da un castello con una serie di abitazioni dai colori pallidi, tipici della zona. Lasciarsi sfuggire Portovenere sarebbe imperdonabile!

Clicca per ingrandire l’immagine

[singlepic id=6 w=320 h=240 float=]

Le Cinque Terre: “Dove si fondono dorsi di colli e cielo”

Le Cinque Terre corrispondono ai borghi di Rio Maggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso, che si susseguono l’un l’altro su un tratto frastagliato della Riviera Spezzina. La bellezza di queste zone ha fatto sì che nel 1999 fosse istituito il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Vale davvero la pena prendersi una giornata intera per visitarle, facendo un tour organizzato in barca o usando il treno per gli spostamenti fra le singole terre. Da non perdere la celebre Via dell’Amore, che collega con una meravigliosa passeggiata sulla scogliera i centri di Riomaggiore e Manarola.

Clicca per ingrandire l’immagine

[singlepic id=7 w=320 h=240 float=]

Portofino: “Porto dove la natura dipinse i suoi capricci migliori”

Famosa in tutto il mondo, Portofino è una località esclusiva che si affaccia su un’insenatura del Golfo del Tigullio all’ombra di un promontorio. È una meta ambita dalla mondanità, con la sua celebre piazzetta che si affaccia sul porto e da cui si irradiano bar, ristoranti e negozi di lusso. Passeggiare sul lungomare e nelle raffinate vie interne può essere davvero molto piacevole… con un occhio ai prezzi ovviamente!

Clicca per ingrandire l’immagine

[singlepic id=4 w=320 h=240 float=]

Camogli: “La Città dei Mille Bianchi Velieri”

Sul versante occidentale del monte di Portofino, nel Golfo Paradiso, si affaccia un altro meraviglioso borgo della Riviera di Levante, Camogli. Si tratta di un piccolo centro costituito da case multicolori, dalla fisionomia alta e stretta, che si affacciano su un porticciolo affollato di barche e pescherecci e impreziosito da una breve ma bellissima passeggiata che conduce al faro.

Le pittoresche vie interne, con i loro vicoli stretti, i passaggi voltati e scale ripidissime, evidenziano la loro derivazione medievale. Un retaggio storico testimoniato anche dalla Basilica di Santa Maria Assunta e dal Castello Dragone, entrambi del XII secolo.

Se siete alla ricerca di un borgo tipico e caratteristico della Riviera Ligure Camogli probabilmente è proprio quello che state cercando!

Clicca per ingrandire l’immagine

[singlepic id=5 w=320 h=240 float=]

E voi che ne pensate? C’è qualche borgo che aggiungereste a questa lista?

© Riproduzione Riservata

 

Share and Enjoy

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

EmailEmail
PrintPrint