La Lunigiana, Aulla e i suoi castelli

Castelli della Lunigiana, Aulla

Castelli della Lunigiana

Nel corso dei secoli molti popoli ed eserciti hanno attraversato la Lunigiana, dando vita alla costruzione di castelli che nel loro insieme hanno contribuito ciascuno a formare un complesso sistema di difesa.

Proprio in virtù di questo insieme di costruzioni, la Lunigiana è conosciuta anche come “Terra dei Cento Castelli”. Molti sono ancora in piedi, altri sono stati rovinati dalla forza del tempo. Tanti castelli sono stati costruiti per volontà del Marchese di Malaspina, ma per lo più, essi si ergono dai resti di costruzioni dell’Età del Bronzo fino al XVII secolo e sono stati ristrutturati e rimessi a nuovo attraverso i secoli. Alcuni sono di proprietà privata (Bastia, Monti e Fivizzano). Altri sono diventati proprietà dello stato (il Castello di Comano, un castello dominato da una torre cilindrica, o il Castello di Aulla e Pontremoli).

Degna di nota è la Fortezza della Brunella (risalente al XVI secolo), posta appena sopra Aulla e che merita senza dubbio una visita. Si trova in uno splendido parco di lecci ed è stata sottoposta a lavori di restauro intensi negli ultimi anni. La Fortezza della Brunella è stata acquistata nel 1903 dal console britannico che vi ha vissuto con la sua famiglia, poi, i suoi figli la usarono come residenza estiva.

Nel Castello di Pontremoli (chiuso il lunedì) è possibile ammirare il museo Stele. Si tratta di un museo che detiene e custodisce delle splendide statue in pietra di origine preistorica e che sono state ritrovate in gran numero in questa parte della Lunigiana. Si tratta davvero di lanciare uno sguardo impressionante al passato. Numerose sono anche le chiese romaniche presenti nel territorio circostante il castello. Tra esse troviamo ‘Pieve’ a Crespiano, Monti, Sorano, Codiponte ecc. Da vedere anche la bella chiesa a Licciana (collegata al castello da un ponte), e lo splendido Santuario della Madonna di Loreto posto tra Licciana e Panicale.

© Riproduzione Riservata

Share and Enjoy

Author: Lunigiana e Riviera

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

EmailEmail
PrintPrint